LE MANI DELLA CITTA’

Drago Publisher 2017
96 pagine, 24,4 x 20, 9 cm con copertina rigida

Drago_logo

Nell’aprile 2009 un violento terremoto ha trasfigurato L’Aquila, imprigionando il suo centro storico in quattro anni di paralisi. Oggi il capoluogo abruzzese è il cantiere edile più grande d’Europa, ripopolato da migliaia di uomini impegnati nei lavori di ricostruzione: «uomini che arrivano all’alba e vanno via al tramonto, che tornano in gran parte in dormitori intorno al loro lavoro e che, nella maggioranza, sono andati via da altre città, da altri paesi, da altre terre per ricostruire un’antica nuova città» (Michela Becchis). Le mani della città sono le mani di questa nuova cittadinanza – locale, straniera e migrante – che le fotografie di Claudia Pajewski documentano nel dinamismo del lavoro quotidiano, senza rassegnazione o vittimismo. Artista da sempre interessata al corpo e al suo linguaggio ha immortalato tra macerie e frammenti di esistenza la volontà di metamorfosi e riscatto che accomuna queste vite al destino dell’Aquila.

Di Claudia Pajewski
A cura di Michela Becchis
Con un saggio di Maria Giovanna Musso

THE HANDS OF THE CITY 

Drago Publisher 2017
96 pages, 24,4 x 20, 9 cm, hard cover

Drago_logo

In April 2009 a violent earthquake transfigured L’Aquila, sentencing its historic center to four years of paralysis. Today the capital of Abruzzo remains the largest construction site in Europe. Thousands of men engaged in the task of reconstructing the provincial capital have since repopulated the city: “These men arrive at dawn and leave at sunset, sleeping in dormitories close to work. Most of them have left other countries, other lands, to come and rebuild an ancient city from scratch” (Michela Becchis).  The Hands of the City are the hands of this new citizenship: local, foreign and migrant Claudia Pajewski’s photographs document this union. They capture the dynamism of everyday labor, without resignation or victimization. As an artist who has always been interested in the body and its language, Claudia Pajewski has immortalized, among the rubble and fragments of existence, the desire for metamorphosis and redemption that unites these lives with the fate of L’Aquila.

By Claudia Pajewski
Book curator Michela Becchis
Paper by Maria Giovanna Musso

BUY HERE https://www.dragopublisher.com/it/prodotto/the-hands-of-the-city/

handof